Go Back   Wolfdog.org forum > Italiano > Nutrizione e salute

Nutrizione e salute Come alimentare un clc, informazioni sui mangimi, vaccinazioni, cosa fare in caso di malattia...

Reply
 
Thread Tools Display Modes
Old 20-02-2007, 15:32   #1
Jal
Nagi e Ishta e Panuhsè
 
Jal's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: Grosseto, Maremma...Mainland incognita
Posts: 3,278
Send a message via MSN to Jal
Default Occhio!

Okkio gente! In anticipo sulla abituale tabella di marcia, visto l’inverno praticamente inesistente, la Processionaria del pino è già in “cammino”….
Specialmente chi ha cuccioli, occhi a terra nei parchi con Pini e Conifere, anzi meglio alla larga…
PERICOLO!!!!
__________________
Ciao! Andrea Loredana Jacopo e Nagi & Ishta & Panuhsè

"... io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero
quanto colui che ha cento navi in mare..." Black Samuel Bellamy, Pirata
Jal jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 15:45   #2
eleraja
Senior Member
 
eleraja's Avatar
 
Join Date: Jun 2005
Location: Baone (PD)
Posts: 1,076
Default

e leishmania no? !
ma questa processionaria che fa? scusate l'ignoranza
elena
eleraja jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 16:09   #3
LUCA
Artù & Beauty
 
LUCA's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: Lugo (RA)
Posts: 606
Send a message via MSN to LUCA
Default

La processionaria per gran parte della sua esistenza è un bruco cigliato (che diventa farfalla anche dopo anni e quando diventa farfalla campa solo un giorno perchè in tale stadio non è dotata di apparato digerente).
Le comunità di processionarie in alcuni periodi dell'anno si spostano formando lunghissime file di bruchi (appunto processioni - i bruchi sono le processionarie).
Sono pericolose per gli animali perchè le ciglia sono urticanti e tossiche.
Quindi può capitare (a una sorellina di Artù è successo) che il cane incuriosito le lecchi o le annusi con esiti davvero negativi;
prima comincia a vomitare, poi sta malissimo, gli va in cancrena il tessuto venuto a contatto con le processionarie ed è necessaria l'asportazione (parziale) del tessuto colpito.
Per ulteriori dettagli c'è un grande teorico che vaga per il forum..., ma adesso è impegnato in una battaglia contro l'accademia (?) per una contestazione degli standard del lupo (vedremo gli esiti... boh!).
Ciao.
__________________
Luca & Artù & Beauty
LUCA jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 16:17   #4
Jal
Nagi e Ishta e Panuhsè
 
Jal's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: Grosseto, Maremma...Mainland incognita
Posts: 3,278
Send a message via MSN to Jal
Default

La prevenzione per la Leishmaniosi purtroppo è a prescindere da tutto..
L'allarme processionaria è limitato temporalmente ma in casi gravi può risultare anche mortale.
Per chi non la conosce è importantissimoallora leggere qui !
E' un lepidottero (famiglia delle Thaumetopoeidae) , una farfalla le cui larve, che si sviluppano sulle conifere, in particolare sul pino nero (Pinus nigra), sul pino silvestre (Pinus silvestris), sul pino marittimo (Pinus pinaster), sul pino d’aleppo (Pinus halepensis) e su varie specie di cedro, sono dannose per le piante, per gli uomini (provocando irritazioni cutanee, oculari e problemi respiratori) e soprattutto, a causa delle loro abitudini, per i nostri cani. La farfalla, che è di colore grigiastro, con corpo tozzo e peloso con apertura alare che va dai 30 ai 45 mm., depone le uova alla fine dell’estate, le quali daranno vita a nuove larve, formando nidi serici e sferoidali di colore biancastro, contenenti da 100 a 400 uova, posti all’estremità dei rami più soleggiati. Ma è allo stato larvale che questi lepidotteri rappresentano un grave pericolo per i nostri cani. Le larve, che allo stadio di maturità misurano 30-40 mm., densamente pelose (proprio questi peli sono dannosi), di colore bruno con macchie rossastre e una fascia ventrale giallastra, abbandonano i nidi e scendono “in processione”, l’una attaccata all’altra, lungo i tronchi sino al suolo dove si interrano per trasformarsi prima in crisalidi poi in farfalle adulte. Il cane, spinto dalla naturale curiosità, è portato a prendere in bocca queste larve, procurandosi danni irreparabili a livello di lingua e apparati boccale, laringo-esofageo e gastro­intestinale. Alla lingua e alla bocca provoca la necrosi dei tessuti venuti a contatto con i peli urticanti del lepidottero, con la conseguente caduta della parte di organo colpito; in questo caso il danno può essere limitato ma a volte è così esteso da comportare la soppressione dell’animale. In caso di ingestione di alcuni peli, che raramente si verifica anche a causa dell’enorme salivazione che il fatto comporta, la conseguenza è generalmente e fatalmente la morte dell’animale. Le cure consistono nell’uso del cortisone, per limitare il gonfiore, il dolore ed evitare lo shock anafilattico; quello di antibiotici per limitare l’irruzione batterica.
Estrema attenzione quindi !

guarlala qui:
http://www.eurogreen.net/News.htm?ju...icle.asp&id=34
__________________
Ciao! Andrea Loredana Jacopo e Nagi & Ishta & Panuhsè

"... io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero
quanto colui che ha cento navi in mare..." Black Samuel Bellamy, Pirata
Jal jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 16:26   #5
elisa
VIP Member
 
elisa's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Posts: 6,610
Default

Indovina che alberi ho in giardino? Guarda caso dei pini
Ormai credo che i miei abbiano predisposto tutto per l'elimimazione delle bestiacce hanno scelto persino le piante adatte :P
Comunque questi bruchi malefici non dovrebbero stare su quattro pini isolati.. staranno nelle pinete... o no?
Ci manca solo la processionaria
Grazie per le informazioni!!
elisa jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 16:30   #6
Jal
Nagi e Ishta e Panuhsè
 
Jal's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: Grosseto, Maremma...Mainland incognita
Posts: 3,278
Send a message via MSN to Jal
Default

Per esperienza diretta, mio figlio (sig!!) è pericoloso anche il solo contatto con lo spolvero dei nidi caduti a terra o abbattuti con le potature..ah, non sono un entomologo ..per chiarezza ci ho messo del mio e del copia incolla.
__________________
Ciao! Andrea Loredana Jacopo e Nagi & Ishta & Panuhsè

"... io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero
quanto colui che ha cento navi in mare..." Black Samuel Bellamy, Pirata
Jal jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 16:40   #7
LUCA
Artù & Beauty
 
LUCA's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: Lugo (RA)
Posts: 606
Send a message via MSN to LUCA
Default

I nidi sono solitamente ben visibili tra i rami dei pini (proprio in mezzo agli aghi vedi delle palle - tipo zucchero filato - che sembrano fatte di ragnatele).
In tal caso meglio contattare qualcuno per la disinfestazione; è del tutto sconsigliato tentare di intervenire direttamente.
Per Elisa: quattro pini isolati credo che difficilmente possano ospitare processionarie, solitamente le infestazioni avvengono su boschi o pinete.
Ciao.
__________________
Luca & Artù & Beauty
LUCA jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 17:00   #8
elisa
VIP Member
 
elisa's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Posts: 6,610
Default

Quote:
Per Elisa: quattro pini isolati credo che difficilmente possano ospitare processionarie, solitamente le infestazioni avvengono su boschi o pinete.
Ciao.
fiùùùùùùùù........ anche se col mio cu*o (e quello dei miei cani) i bruchi potrebbero venire in colonia a casa mia
elisa jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 17:07   #9
zikika
Senior Member
 
zikika's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: livorno
Posts: 1,869
Default

Per esperienza boschi e pinete è troppo restrittivo...Kira l'ha beccata proprio nei pratini pubblici che tutto sono tranne che bosco e pineta.Il numero di pini non è piccolo ma neanche enorme.
Per fortuna era periodo in cui ci facevo attenzione e scrutavo ogni movimento che faceva....risultato,l'ho vista che ravanava con le zampe sotto un pino e con la lingua ha slappato la bestiaccia.Dopo ha cominciato a sbavare con schiuma e fare come se volesse vomitare...corsa dal veterinario e appena arrivata la lingua era così gonfia che pareva il ditone di fantozzi,lunga ed enorme,le ghiandole salivari gonfie come palloncini (giuro,non è per dire).
L'ho presa in tempo e con una dose massiccia di cortisone gli ho salvato la lingua che può necrotizzare e cadere a pezzi!!Inoltre qualche cane meno fortunato può ingoiarla e non vi dico l'effetto sullo stomaco.
A scanso di equivoci facemmo anceh la terapia per questa eventualità.
Insomma...io adesso ho il terrore ma purtroppo da noi i pini sono di casa ovunque.
Attenzione davvero!
__________________
Federica Stefano Filippo Kira e Wasat
zikika jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 17:17   #10
elisa
VIP Member
 
elisa's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Posts: 6,610
Default

'azz.... ci starò attenta allora anche in giardino (in effetti nel dubbio ci guardavo sempre), grazie!
elisa jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 17:20   #11
Jal
Nagi e Ishta e Panuhsè
 
Jal's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: Grosseto, Maremma...Mainland incognita
Posts: 3,278
Send a message via MSN to Jal
Default

Esatto, il numero dei pini non conta nulla. Si annida anche in pini o conifere anche isolati !
L'esempio nei parchi cittadini è esemplare.
Il problema maggiore è la prevenzione in inverno e come succede spesso in italia il relativo balletto di competenze tra ASL, Forestale e Amministrazioni Comunali...
Ad esempio, quando ero piccolo, fino ad una ventina di anni fà, in maremma la prevenzione nella pineta costiera e nelle passeggiate a mare la facevano i cacciatori che venivano pagati per sparare a a sale ai nidi.
Poi piano piano ... piu nulla o quasi...
come sempre ..
__________________
Ciao! Andrea Loredana Jacopo e Nagi & Ishta & Panuhsè

"... io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero
quanto colui che ha cento navi in mare..." Black Samuel Bellamy, Pirata
Jal jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 18:24   #12
ghiga
Nitro...tvb!
 
ghiga's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Levanto (SP)
Posts: 1,047
Default

fortunatamente pini in giardino non ne ho , però dal primo di marzo si comincia:
-frontline
-scalibor
-cardotek

sempre sperando che possano bastare...
__________________
Stefi Nitringhio

ghiga jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 18:46   #13
chiara.giardini
Gwen e Aiko
 
chiara.giardini's Avatar
 
Join Date: May 2006
Location: Parma
Posts: 1,268
Default

sono le tre cose che do io a gwen speriamo servano. comunque la sfiga ti rincorre anche al mare, questa estate siamo andati in spiaggia il mare era pieno di meduse tutti i cani nuotavano tranquilli perche con il pelo non sentivano le bruciature di medusa, allora gwen ha pensato bene di prenderne una in bocca, l ha lanciata con sguardo terrificato è uscita dall acqua e ha cominciato a strofinarsi sulla sabbia la sera aveva le labbra a canotto...
e un altra cosa a cui stare attenti(ora non sò se è il nome esatto) sono le spighe dei prati quando diventano secche..naturalmente gwen se ne è già infilata una nel naso...
chiara.giardini jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 18:49   #14
zikika
Senior Member
 
zikika's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: livorno
Posts: 1,869
Default

Già...i forasacchi bastardi.
Attenzione anche alle orecchie,mentre giocano rotolandosi in terra possono infilarsi anceh li...e tra le dita delle zampe.
Io controllo sempre anche li,è pericoloso purtroppo perchè risalgono su.
L'inverno per i cani è senz'altro meglio
__________________
Federica Stefano Filippo Kira e Wasat
zikika jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 18:57   #15
chiara.giardini
Gwen e Aiko
 
chiara.giardini's Avatar
 
Join Date: May 2006
Location: Parma
Posts: 1,268
Default

ecco proprio quelli, a un cane che però non è un clc (però poverino anche lui) gli è salito fino al gomito, subito non capivano cosa gli stesse succedendo e così l hanno operato varie volte prima di trovalo. maledizione genova è piena e io dopo la mia esperienza ho il terrore
chiara.giardini jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 19:20   #16
Jal
Nagi e Ishta e Panuhsè
 
Jal's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: Grosseto, Maremma...Mainland incognita
Posts: 3,278
Send a message via MSN to Jal
Default

Ghiga, hai nominato il Cardotek.. in inverni come questo, che inverni non sono, la prevenzione per la Filaria non la interromperei mai. Qui da me ad esempio, le zanzare non sono mai mancate (a parte una parentesi di 15/20 giorni di freddo un poco più intenso).
__________________
Ciao! Andrea Loredana Jacopo e Nagi & Ishta & Panuhsè

"... io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero
quanto colui che ha cento navi in mare..." Black Samuel Bellamy, Pirata
Jal jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 19:22   #17
BWolf
Ely, Yuk e Megh
 
BWolf's Avatar
 
Join Date: Mar 2006
Location: Bologna
Posts: 994
Send a message via MSN to BWolf Send a message via Skype™ to BWolf
Default

Quote:
Originally Posted by zikika
L'inverno per i cani è senz'altro meglio
Sì, sì... avercelo avuto avuto l'inverno

Io ormai non guardo più le previsioni del tempo. Ogni volta che si alzano le temperature mi fa friggere il sangue sentir dire frasi del tipo: "per fortuna", "il bel tempo sta arrivando","ormai il freddo è passato" grrrrrr... pagheremo le conseguenze di questo maledetto bel tempo!!!!
La situazione è grave ma tutti sono contenti per questo gradevolissimo mite inverno

Scusate lo sfogo.

Ste
__________________
Stefano, Fulvia, Ely, Yuk e Megh

Il blog dei lupastri di Ca' Desideria
BWolf jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 20:10   #18
elisa
VIP Member
 
elisa's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Posts: 6,610
Default

Quote:
Già...i forasacchi bastardi.
a Kim si erano piantati sotto la cute l'anno scorso... era pieno di bozzi
insidiosi pure quelli..
elisa jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 22:29   #19
lupakkio
Junior Member
 
lupakkio's Avatar
 
Join Date: Aug 2004
Location: Calabria, Sila
Posts: 302
Send a message via ICQ to lupakkio
Default

Quote:
Originally Posted by Jal
La prevenzione per la Leishmaniosi purtroppo è a prescindere da tutto..
L'allarme processionaria è limitato temporalmente ma in casi gravi può risultare anche mortale.
Per chi non la conosce è importantissimoallora leggere qui !
E' un lepidottero (famiglia delle Thaumetopoeidae) , una farfalla le cui larve, che si sviluppano sulle conifere, in particolare sul pino nero (Pinus nigra), sul pino silvestre (Pinus silvestris), sul pino marittimo (Pinus pinaster), sul pino d’aleppo (Pinus halepensis) e su varie specie di cedro, sono dannose per le piante, per gli uomini (provocando irritazioni cutanee, oculari e problemi respiratori) e soprattutto, a causa delle loro abitudini, per i nostri cani. La farfalla, che è di colore grigiastro, con corpo tozzo e peloso con apertura alare che va dai 30 ai 45 mm., depone le uova alla fine dell’estate, le quali daranno vita a nuove larve, formando nidi serici e sferoidali di colore biancastro, contenenti da 100 a 400 uova, posti all’estremità dei rami più soleggiati. Ma è allo stato larvale che questi lepidotteri rappresentano un grave pericolo per i nostri cani. Le larve, che allo stadio di maturità misurano 30-40 mm., densamente pelose (proprio questi peli sono dannosi), di colore bruno con macchie rossastre e una fascia ventrale giallastra, abbandonano i nidi e scendono “in processione”, l’una attaccata all’altra, lungo i tronchi sino al suolo dove si interrano per trasformarsi prima in crisalidi poi in farfalle adulte. Il cane, spinto dalla naturale curiosità, è portato a prendere in bocca queste larve, procurandosi danni irreparabili a livello di lingua e apparati boccale, laringo-esofageo e gastro­intestinale. Alla lingua e alla bocca provoca la necrosi dei tessuti venuti a contatto con i peli urticanti del lepidottero, con la conseguente caduta della parte di organo colpito; in questo caso il danno può essere limitato ma a volte è così esteso da comportare la soppressione dell’animale. In caso di ingestione di alcuni peli, che raramente si verifica anche a causa dell’enorme salivazione che il fatto comporta, la conseguenza è generalmente e fatalmente la morte dell’animale. Le cure consistono nell’uso del cortisone, per limitare il gonfiore, il dolore ed evitare lo shock anafilattico; quello di antibiotici per limitare l’irruzione batterica.
Estrema attenzione quindi !

guarlala qui:
http://www.eurogreen.net/News.htm?ju...icle.asp&id=34
Non so al centro-nord, ma qui nidificano su qualsasi albero... sono parecchi i contadini che, è il caso di dire, affrontano il problema alla radice... con la motosega.
__________________
Giovanni, Rossana & Svarog

Le nostre foto
lupakkio jest offline   Reply With Quote
Old 20-02-2007, 22:43   #20
chiara.giardini
Gwen e Aiko
 
chiara.giardini's Avatar
 
Join Date: May 2006
Location: Parma
Posts: 1,268
Default

qui al nord (almeno dove sono io) gli alberi sono strapieni altro che moto seghe non fosse per i poveri alberi bisognerebbe dar fuoco a tutto, aghi non ce ne sono quasi sembrano pini di zucchero filato
chiara.giardini jest offline   Reply With Quote
Reply

Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 05:02.


Powered by vBulletin® Version 3.8.1
Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
(c) Wolfdog.org