Go Back   Wolfdog.org forum > Italiano > Lupi e Cani-lupi

Lupi e Cani-lupi Tutto sui "fratelli" del clc...anche informazioni su altre razze "lupine": Saarloos, Lupo Italiano...

Reply
 
Thread Tools Display Modes
Old 18-10-2007, 11:12   #1
m.greta
Senior Member
 
m.greta's Avatar
 
Join Date: Aug 2004
Location: Lucca
Posts: 1,506
Send a message via Yahoo to m.greta Send a message via Skype™ to m.greta
Default aggressioni lupi?

Dalla Cronaca locale della Nazione di Lucca di ieri (17/10) :

"DOPO l’episodio della ragazza di Piantagli, frazione di Fosciandora, inseguita da un lupo che lei aveva cercato di scacciare mentre stava predandole una gallina, i pastori dell’Appennino ci hanno inviato una lettera riguardo alla loro attuale situazione.«Dopo anni di richieste- scrivono – non siamo ancora riusciti a ottenere un indennizzo per i danni che subiamo da parte dei lupi. Adesso, addirittura, non ci rimborsano nemmeno più i capi morti e dimostrati dai veterinari Asl, tanto che alcuni di noi hanno stipulato un’assicurazione privata. Storie vecchie, dirà qualcuno. Ma non è così per chi le vive sulla propria pelle».« Inoltre – aggiunge il padre della ragazza aggredita - la situazione è peggiorata. In tutti questi anni i lupi non avevano mai tentato di assalire una persona, anche se non sempre fuggono alla presenza degli uomini, specie se stanno mangiando una preda. L’episodio accaduto a mia figlia è davvero anomalo. Dopo che si era rifugiata in casa, il lupo non se n’è andato, continuando a girare nell’aia. Lei ne ha subito un forte choc e non esce più da sola, né vuole sorvegliare il gregge. Anche a nome degli altri pastori –conclude la lettera - chiedo agli enti preposti alla salvaguardia dell’ambiente e alla sicurezza dei cittadini una maggiore presenza di forze dell’ordine sul nostro territorio. Rischi e pericoli non esistono solo nelle grandi città"

Si tratterà davvero di lupi? Sapevo che non ci sono casi dimostrati di attacco all'uomo... d'altra parte anche i pastori dovrebbero tornare alle buone vecchie abitudini di avere VERI CANI DA PASTORE che sappiano difendere le greggi e non semplici piccoli bastardini che le sanno solo radunare.. e dovrebbero costruire x la notte stalle sicure, non semplici recinti pretendendo che i lupi tornino a sparire dai nostri monti.
__________________
CIAO, GRETA & BLESS
Bless - Addestramento - mio profilo
FOTO STORY
m.greta jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 12:31   #2
Jal
Nagi e Ishta e Panuhsè
 
Jal's Avatar
 
Join Date: Sep 2003
Location: Grosseto, Maremma...Mainland incognita
Posts: 3,298
Send a message via MSN to Jal
Default

mmm cara Greta...mi sà che in Toscana è ricominciata la “caccia alle streghe”.
Qua in Maremma ad esempio la situazione stà diventando preoccupante, tra amministratori locali con competenza zero, pseudo ambientalisti che i lupi li hanno visti solo in foto, quando va bene e giornalisti alla “Pierino ed il Lupo” ai quali non pare il vero di razzolar nel torbido creando allarmismo, il tam tam del “dagli al Lupo Cattivo” invita chi è in malafede a premere sull’acceleratore .....ed infatti..il colpo di grazia c’è stato la settimana scorsa quando, colmo della sfiga, un allevatore di ovini alzatosi a notte fonda e imbracciato il fucile per una personale battuta di “caccia” è inciampato e si è sparato rimettendoci la pelle.
Indovinate il poveraccio a caccia di cosa andava?
E secondo Voi chi è diventato per l’opinione pubblica il responsabile morale e materiale della disgrazia?
Quella poi della reintroduzione del Pastore Maremmano a guardia delle greggi è una soluzione, per chi appunto è in mala fede troppo semplice..
Come farebbero a richiedere sennò indennizzi... per centinaia e centinaia di capi abbattuti (dalla "lingua blù" tenuta nascosta? da branchi di cani in vena di teppismo notturno?....)
Guarda caso gli avvistamenti del Nostro e le stragi di pecore sembrano coincidere con ritardi degli indennizzi...
La cosa preoccupante, almeno qui, è che la comunità scientifica tace e quindi chiunque si sente autorizzato a sparare delle cazz..te paurose.
Tornano le leggende metropolitane, assunte a verità purtroppo da assessori comunali,provinciali, sindaci ecc. e nessuno con autorità e competenza le confuta.
Si torna a parlare negando l’evidenza e la scienza, di Lupi reintrodotti, lanciati, liberati, di regimentazione degli spostamenti...di abbattimenti selettivi..
WWF e Legambiente locali attizzano il fuoco accusando i cacciatori di essere i veri responsabili perché la pressione venatoria è aumentata e le prede naturali del Lupo scarseggiano...e quindi Lui a causa di ciò và a far spesa al supermarket della Pecora&Agnello (che comunque se sorvegliati da vigilantes grossi pelosi e bianco vestiti...), boiata pazzesca anche questa perché se qui il Lupo è tornato a riprodursi e non solo a transitare è dovuto proprio al fatto che gli ungulati sono aumentati in modo pazzesco.....
L’Ignoranza impera e a farne le spese purtroppo è sempre Lui, che anche questa volta, come oramai da centinaia e centinaia di anni, attenderà con pazienza che l'ennesima Tempesta dell'Umana Follia passi..........
__________________
Ciao! Andrea Loredana Jacopo e Nagi & Ishta & Panuhsè

"... io sono un principe libero e ho altrettanta autorità di fare guerra al mondo intero
quanto colui che ha cento navi in mare..." Black Samuel Bellamy, Pirata

Last edited by Jal; 18-10-2007 at 12:56.
Jal jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 13:19   #3
LUCA
Artù & Beauty
 
LUCA's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: Lugo (RA)
Posts: 611
Send a message via MSN to LUCA
Default

Non mi sembra opportuno cercare di costringere gli allevatori a munirsi di maremmani (anche perchè, se i lupi decidono di attaccare, i maremmani non costituiscono alcuna garanzia certa).
Per prevenire stupide vendette e pericolosi rancori, il rimedio è estremamente semplice: rapido risarcimento per i danni presumibilmente causati dai lupi.
Se poi qualche allevatore ci specula, non mi interessa più di tanto, l' interesse primario, amio parere, è la tutela di questi magnifici animali, che per fortuna stanno tornando a popolare i nostri territori dopo decenni di sterminio.
__________________
Luca & Artù & Beauty
LUCA jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 14:06   #4
arnaldo_it
Senior Member
 
arnaldo_it's Avatar
 
Join Date: Oct 2003
Location: brescia
Posts: 1,341
Send a message via MSN to arnaldo_it Send a message via Yahoo to arnaldo_it
Default

Quote:
Originally Posted by LUCA View Post
Non mi sembra opportuno cercare di costringere gli allevatori a munirsi di maremmani (anche perchè, se i lupi decidono di attaccare, i maremmani non costituiscono alcuna garanzia certa).
Per prevenire stupide vendette e pericolosi rancori, il rimedio è estremamente semplice: rapido risarcimento per i danni presumibilmente causati dai lupi.
Se poi qualche allevatore ci specula, non mi interessa più di tanto, l' interesse primario, amio parere, è la tutela di questi magnifici animali, che per fortuna stanno tornando a popolare i nostri territori dopo decenni di sterminio.
Luca, i rimborsi sono stati introdotti proprio per evitare la caccia al lupo (tant'è che in molte regioni vengono rimborsate anche le vittime dei cani rinselvatichiti che sono di gran lunga più numerosi dei lupi).

Andrea ha più che ben descritto la situazione.
I cani da pastore maremmano-abruzzese, sono talmente efficaci che diversi anni fa gli stati uniti ne importarono un notevole numero.
Avevano essenzialmente il problema dei coyotes (ma qualche volta anche dei lupi) e dopo aver provato diverse razze da guardia europee, la scelta cadde proprio sul maremmano-abruzzese.
Se poi si considera che i branchi di lupi sono sempre di pochissimi soggetti, e che nel gregge non c'è un solo cane da guardia, sicuramente migliorerebbe enormemente la sicurezza del bestiame (insieme a tutti gli altri accorgimenti descritti). Penso che se i pastori avessero i cani adeguati, i capi da rimborsare sarebbero molti meno.
Però in tal modo non si potrebbe soddisfare l'istinto cacciatore di qualcuno e l'interesse di tanti altri politicanti da strapazzo che pensano solo a raccoglier voti.

Greta solleva un dubbio più che lecito. Con tutte le persone che scambiano un clc per qualunque altra cosa, è lecito pensare che un qualunque bastardone proveniente da chissà quali incroci, possa essere scambiato per un lupo.

Non mi scandalizzo se qualche lupo capita che venga colpito da una persona che difende il proprio bestiame, mi disturba piuttosto l'idea della caccia al lupo in generale. Sopratutto quando questa non è generata più di tanto dal lupo stesso.

Non mi piace nemmeno l'idea di lasciare "pasteggiare" il lupo (o simile) col bestiame perchè tanto lo rimborsano.

Quindi se il mondo scientifico si facesse sentire, forse potrebbe parlare di equilibri. Rotti i quali vien fuori un casino.

Aumento dei selvatici ed aumento dei selvatici poco soggetti alla selezione naturale se in assenza dei predatori.
Aumento dei loro predatori, aumento dei ... nemici del lupo...
Tanti improvvisati cacciatori e nemici del lupo... cavallo di battaglia per i politicanti.

Penso che gli esperti dovrebbero occuparsi di più degli equilibri.
Nel frattempo facciamo estrema attenzione quando andiamo a spasso coi nostri clc...
__________________
www.vittoriaalata.it www.cinocentroabs.org

Arnaldo
arnaldo_it jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 15:11   #5
LUCA
Artù & Beauty
 
LUCA's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: Lugo (RA)
Posts: 611
Send a message via MSN to LUCA
Default

Quote:
Originally Posted by arnaldo_it View Post
Luca, i rimborsi sono stati introdotti proprio per evitare la caccia al lupo (tant'è che in molte regioni vengono rimborsate anche le vittime dei cani rinselvatichiti che sono di gran lunga più numerosi dei lupi).
Quote:
Originally Posted by arnaldo_it View Post

Andrea ha più che ben descritto la situazione.
I cani da pastore maremmano-abruzzese, sono talmente efficaci che diversi anni fa gli stati uniti ne importarono un notevole numero.
Avevano essenzialmente il problema dei coyotes (ma qualche volta anche dei lupi) e dopo aver provato diverse razze da guardia europee, la scelta cadde proprio sul maremmano-abruzzese.
Se poi si considera che i branchi di lupi sono sempre di pochissimi soggetti, e che nel gregge non c'è un solo cane da guardia, sicuramente migliorerebbe enormemente la sicurezza del bestiame (insieme a tutti gli altri accorgimenti descritti). Penso che se i pastori avessero i cani adeguati, i capi da rimborsare sarebbero molti meno.
Però in tal modo non si potrebbe soddisfare l'istinto cacciatore di qualcuno e l'interesse di tanti altri politicanti da strapazzo che pensano solo a raccoglier voti.

...
A me non sembra così rilevante il problema di eventuali rimborsi per danni "gonfiati" attribuiti al lupo.
In un Paese che conta decine di migliaia di politici lussuosamente mantenuti, centinaia di migliaia di auto blu e svariati aerei di Stato che portano a spasso i vari tromboni di turno, il rimborso di 4 pecore in più a un pastore, mi sembra davvero irrilevante.
Dicevo che i maremmani non possono garantire la sicurezza assoluta; fino a poco tempo fa anch'io credevo il contrario, poi ho sentito una testimonianza diretta (un signore appassionato studioso di lupi del mio paese) di un caso in cui due maremmani sono stati uccisi da un branco di lupi, un altro maremmano, il più vecchio, solo ferito, è riuscito a scappare e così pure è scappato il quarto cane, un pastore del Caucaso. Il pastore, amico di questa persona che ho conosciuto, una sera ha visto i due cani (il maremmano vecchio e il Caucaso) arrivare a casa gravemente feriti (soprattutto il maremmano) e prima di raggiungere il pascolo dove aveva il bestiame, ha chiamato questo signore suo amico esperto di lupi. Arrivato sul posto, il pastore ha trovato i due cani e non so quanti animali morti e la persona con cui ho parlato io mi raccontava che dopo qualche ora, raggiunto il posto, ha visto la cosa con i suoi occhi. Visto che non mi sembrava che la cosa gli suonasse strana più di tanto, gli ho chiesto come ciò fosse potuto accadere e lui mi ha detto che i lupi, specie se in branchi di un certo numero, diventano veramente temibili anche per i maremmani. Peraltro, i lupi arrivano a uccidere animali come i cinghiali, arrivano a mettere in fuga persino gli orsi (visto con i miei occhi un filmato in un documentario)… è la forza del coraggio e del branco.
I coyote sono molto più piccoli e più deboli dei lupi e ciò consente ai maremmani esportati negli Stati Uniti di farsi valere senza grandi pericoli. Resta inteso che il maremmano è un guardiano eccezionale: un cane "arrangione" che può vivere tra le colline col bestiame senza bisogno del padrone che gli porti sempre da bere o da mangiare. Lui si cerca l’acqua da solo e se c’è bisogno si procura anche il cibo. E molto resistente alle intemperie e ha un carattere solidissimo. Si fa il suo territorio e lo difende da tutti; gli americani hanno scelto bene (e hanno fatto razzia dei migliori stalloni che c’erano in Italia).
__________________
Luca & Artù & Beauty

Last edited by LUCA; 18-10-2007 at 15:14.
LUCA jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 16:06   #6
arnaldo_it
Senior Member
 
arnaldo_it's Avatar
 
Join Date: Oct 2003
Location: brescia
Posts: 1,341
Send a message via MSN to arnaldo_it Send a message via Yahoo to arnaldo_it
Default

Luca, perdonami ma il paragone con chi costa cosa, non regge. E' un errore di metodo fare dei paralleli del genere altrimenti si fa un elenco di priorità davvero soggettive da cui non se ne esce più (potrei esemplificare che invece di preoccuparsi di rimborsare le pecore ci potrebbe essere chi sostiene che sarebbe meglio destinare i fondi che so, alla sanità o chissà a cos'altro).

A parte questo sono d'accordo con te che un coyote di una ventina di kg è meno impegnativo di un lupo (anche se i lupi italici non sono certo enormi). Sono anche d'accordo col fatto che un lupo generalmente ha una forza maggiore di un cane e se affamato e in branco diviene temibile per chiunque.

E' anche però vero che i lupi non formano generalmente branchi numerosi e quindi episodi di stragi di bestiame e cani sono presumibilmente rari (ma di questo credo potranno dare indicazioni più precise gli amici che regolarmente studiano i lupi anche nel loro habitat e che qui scrivono regolarmente).

Il mio punto di vista è che unitamente ai rimborsi si debbano prendere una serie di provvedimenti (tra cui anche l'utilizzo dei cani adeguati) anche da parte dei pastori. Proprio per evitare il proliferare della caccia alle streghe. O al lupo.

Questo tenendo anche in considerazione la piaga degli abbandoni: alcuni anni fa si calcolava che sull'appennino ci fossero circa 100.000 cani abbandonati e rinselvatichiti - e non paurosi dell'uomo - mentre i lupi erano meno di un migliaio.

Con questi numeri è molto probabile che a far danno non siano lupi ma i loro parenti più stretti...

A questo punto, comunque sia, un po' di "maretta" è inevitabile (anche i pastori hanno i loro diritti) tra l'altro non conosco la selezione che loro fanno, ma se tanto mi da tanto non so se una pecora equivale a un'altra.

E' vero che non sono animali da compagnia bensì da reddito, ma se si dovesse andare da un allevatore di bovini o di cavalli (o di clc) chiedendo di poter mollare un branco di leoni nell'allevamento per lasciarli liberamente cacciare, naturalmente dietro congruo compenso e rimborso, penso che nella migliore delle ipotesi chiamano la crocerossa per portarmi al manicomio...

Per questo insieme di cose dunque, almeno dal punto di vista del pastore, un clc libero nei pascoli è presumibilmente un potenziale predatore dell'ovino di turno.
E francamente non accetto l'idea che siccome il cane è assicurato, allora è libero di fare qualunque cosa (eppure di persone che ragionano così ce ne sono ahimè).

La libertà nostra e dei nostri CLC finisce dove comincia quella degli altri... o no?

Ergo, per conto mio è meglio fare molta attenzione quando si va a spasso con loro (e con tutti i cani più grandi di una spanna o giù di lì...)
__________________
www.vittoriaalata.it www.cinocentroabs.org

Arnaldo
arnaldo_it jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 18:21   #7
davide.c
VIP Member
 
davide.c's Avatar
 
Join Date: Apr 2006
Location: bologna per anni,primissima provincia di bologna dal luglio 2007
Posts: 5,517
Send a message via MSN to davide.c Send a message via Yahoo to davide.c
Default

Quote:
Originally Posted by LUCA View Post

A me non sembra così rilevante il problema di eventuali rimborsi per danni "gonfiati" attribuiti al lupo.
In un Paese che conta decine di migliaia di politici lussuosamente mantenuti, centinaia di migliaia di auto blu e svariati aerei di Stato che portano a spasso i vari tromboni di turno, il rimborso di 4 pecore in più a un pastore, mi sembra davvero irrilevante.
Dicevo che i maremmani non possono garantire la sicurezza assoluta; fino a poco tempo fa anch'io credevo il contrario, poi ho sentito una testimonianza diretta (un signore appassionato studioso di lupi del mio paese) di un caso in cui due maremmani sono stati uccisi da un branco di lupi, un altro maremmano, il più vecchio, solo ferito, è riuscito a scappare e così pure è scappato il quarto cane, un pastore del Caucaso. Il pastore, amico di questa persona che ho conosciuto, una sera ha visto i due cani (il maremmano vecchio e il Caucaso) arrivare a casa gravemente feriti (soprattutto il maremmano) e prima di raggiungere il pascolo dove aveva il bestiame, ha chiamato questo signore suo amico esperto di lupi. Arrivato sul posto, il pastore ha trovato i due cani e non so quanti animali morti e la persona con cui ho parlato io mi raccontava che dopo qualche ora, raggiunto il posto, ha visto la cosa con i suoi occhi. Visto che non mi sembrava che la cosa gli suonasse strana più di tanto, gli ho chiesto come ciò fosse potuto accadere e lui mi ha detto che i lupi, specie se in branchi di un certo numero, diventano veramente temibili anche per i maremmani. Peraltro, i lupi arrivano a uccidere animali come i cinghiali, arrivano a mettere in fuga persino gli orsi (visto con i miei occhi un filmato in un documentario)… è la forza del coraggio e del branco.
I coyote sono molto più piccoli e più deboli dei lupi e ciò consente ai maremmani esportati negli Stati Uniti di farsi valere senza grandi pericoli. Resta inteso che il maremmano è un guardiano eccezionale: un cane "arrangione" che può vivere tra le colline col bestiame senza bisogno del padrone che gli porti sempre da bere o da mangiare. Lui si cerca l’acqua da solo e se c’è bisogno si procura anche il cibo. E molto resistente alle intemperie e ha un carattere solidissimo. Si fa il suo territorio e lo difende da tutti; gli americani hanno scelto bene (e hanno fatto razzia dei migliori stalloni che c’erano in Italia).
ciao luca e grazie per il post"orginale"e controcorrente

per me,x quello che ho sentito,dico la mia:

no me ne volere ma x mettere KO roba come maremmano e p caucaso(4) dovrebbero essere stai in 5-6 lupi..e d branchi così "numerosi" in italia mi sa che ce ne sono davero pochi.e forse solo d'nverno

non te la prendere,ma in zone rurali e dicon di grosse,eccome..un parente cacciatore di un mio parente(scusa il gioco di parole)sosteneva di aver ucciso un cinghiale di 256 kili..in paese facendo un paio di indagini son arrivato a sapere che ne pesava ..156...(fonti:la forestale)
eh beh...

(uno dei cinghiali piu grossi del mondo,fu cciso in argentina da un dogo argentino nel 1966,196 kg..dubito in itaila girino cinghios di 256kg....a proposito..il dogo ci lasciò le penne poco dopo..)

sui lupi ce sanno in talia:ma io ho letto che se il cinghiale supera i 50 kg semplicemente..non lo ataccano:siamo alle solite:attaccano maschi giovani,femmine gravide e bsta..non van certo a rompere le palle a n cinghiale di 100 kg e 6 anni..

gli orsi li mettono in fuga? si..beh..i lupi dell'alaska o di yellowstone (belli grossi...mica il nostro..)quando sono in 10!
ma non i lupetti nostrani in 3-4 che sarà il branco piu grosso "medio"che gira a est di pescasseroli..

poi:tempo fa ne parlai ,ma qualche resoconto di scontri maremmani e cani corsi(le due razze nel centro sud han diviso l'alpeggio e la transumanza x decenni) vs lupi in molise lucania,e abruzzo e addrittura nord della puglia ESISTE
e quasi sempre c'era lo stesso resoconto:

"cani feriti,magari gravi,ma lupi scacciat o eliminati"

chissà magari si voleva essere ottimisti a oltranza(i cronisti dellepoca,dico) ,chi scriveva edulcorava un po,però davvero ..che qualche lupo faccia fuori 4 cani da gregge per quanto imborghesiti ma il cui peso oggi oscilla trai 45 e 70 kg mi sembra un po improbabile......

...a meno che...

anni fa mi capitò di parlare con un personaggio che aveva un parente itlaoaustraliano che allevava pecore a Perth o giu di li

insomma mi fece capire che roba come kelpie o austrlian cattledog finiva TRITATA dal medio dingo australiano..inesorabilmente..sempre e cmq..ovvio son conduttori,non guadiani del gregge..eppure il dingo australiano è davvero un lupo-toy....
la morale era che han un attacco così risoltivo,"al target"(leggasi:carotide)e maseteri così forti ,quasi da molosoide e mascella non corta ma SPESSA(piu del cane domestico)che van giu duri davvero

se si conta che il lupo europeo è piu grosso,in prporzione ci potrebbe anche stare...

ma 4 cagnoni da gregge d quella stirpe messi ko è davero tanto,troppo
__________________
"la Sokuli i Capossella la Sirka"
davide.c jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 17:44   #8
davide.c
VIP Member
 
davide.c's Avatar
 
Join Date: Apr 2006
Location: bologna per anni,primissima provincia di bologna dal luglio 2007
Posts: 5,517
Send a message via MSN to davide.c Send a message via Yahoo to davide.c
Default

Quote:
Originally Posted by LUCA View Post
Non mi sembra opportuno cercare di costringere gli allevatori a munirsi di maremmani (anche perchè, se i lupi decidono di attaccare, i maremmani non costituiscono alcuna garanzia certa).
Per prevenire stupide vendette e pericolosi rancori, il rimedio è estremamente semplice: rapido risarcimento per i danni presumibilmente causati dai lupi.
Se poi qualche allevatore ci specula, non mi interessa più di tanto, l' interesse primario, amio parere, è la tutela di questi magnifici animali, che per fortuna stanno tornando a popolare i nostri territori dopo decenni di sterminio.
quoto sui risarcmenti
sui maremmano:no fa poco ..ma un m + due f si fan pesare eccome,anche gia una coppia.(qualcuno dice:melgio ancor auan coppia di cani corsi come nel passato ma vabbè...qui son d parte)

però il tentativo di chiedere a pastori e gente dei luoghi di dotarsi di cani da guardia "pesante"pare sia di solito stato molto poco raccolto
peccato
__________________
"la Sokuli i Capossella la Sirka"
davide.c jest offline   Reply With Quote
Old 20-10-2007, 15:12   #9
rosa
Member
 
rosa's Avatar
 
Join Date: Aug 2004
Posts: 562
Default

Quote:
Originally Posted by davide.c View Post
però il tentativo di chiedere a pastori e gente dei luoghi di dotarsi di cani da guardia "pesante"pare sia di solito stato molto poco raccolto
peccato
intanto in quella zona non riconoscono un lupo da un barboncino...
figuriamoci
poteva anche dire che era stata inseguita da un puma...

inoltre poi i pastori ALCUNI
non hanno voglia di dover badare anche a dei cani, doverli sfamare e curarli (si curarli ...ih ih...)
non hanno voglia di tenere le pecore chiuse la notte
non hanno voglia di fare recinti
preferiscono di gran lunga il risarcimento
solo che il risarcimento non sono altro che tasse che levano a noi...

un pastore intervistato (Geo&Geo) disse che conviveva da molti anni coi lupi, che aveva preso cinque maremmani abruzzesi e che teneva recinti elettrici e la notte chiudeva le pecore
infine aveva un fucile
mai avuti problemi
mai ucciso un lupo
__________________
http://www.canelupocecoslovacco.net
____
- ... non sò se mi sono spiegato!
Disse il paracadute al paracadutista.

Last edited by rosa; 20-10-2007 at 15:29.
rosa jest offline   Reply With Quote
Old 20-10-2007, 21:19   #10
davide.c
VIP Member
 
davide.c's Avatar
 
Join Date: Apr 2006
Location: bologna per anni,primissima provincia di bologna dal luglio 2007
Posts: 5,517
Send a message via MSN to davide.c Send a message via Yahoo to davide.c
Default

Quote:
Originally Posted by rosa View Post

inoltre poi i pastori ALCUNI
non hanno voglia di dover badare anche a dei cani, doverli sfamare e curarli (si curarli ...ih ih...)
non hanno voglia di tenere le pecore chiuse la notte
non hanno voglia di fare recinti
preferiscono di gran lunga il risarcimento
solo che il risarcimento non sono altro che tasse che levano a noi...

un pastore intervistato (Geo&Geo) disse che conviveva da molti anni coi lupi, che aveva preso cinque maremmani abruzzesi e che teneva recinti elettrici e la notte chiudeva le pecore
infine aveva un fucile
mai avuti problemi
mai ucciso un lupo
beh diciamo che mettere una recinzione elettrificata costa ,idem 5 maremmani,e avere -legalmente-il permesso di avere un fucile costa idem-che va anche appositamente custodito,eh!-

dubito siano gente che navighi nell'oro:che poi si debba fare di tutto per proteggereil lupo,questo si

ammettiamolo,però,su dai,qualche costo lo pagherebbero,in teoria ,pure loro

magari ecco,se la notte le pecore le chiudono forse è meglio!

su una cosa concordo:i maremmani-abruzzesi da quelle parti fanno una vita DAVVERO rustica(e cmq come salute stanno meglio dei boxer di città,fidati..)
__________________
"la Sokuli i Capossella la Sirka"
davide.c jest offline   Reply With Quote
Old 25-10-2007, 10:42   #11
rosa
Member
 
rosa's Avatar
 
Join Date: Aug 2004
Posts: 562
Default

Quote:
Originally Posted by rosa View Post
intanto in quella zona non riconoscono un lupo da un barboncino...
ora
ora
ora

.....ripensandoci bene

"l’episodio della ragazza di Piantagli, frazione di Fosciandora, inseguita da un lupo che lei aveva cercato di scacciare mentre stava predandole una gallina"

...stava predandole una gallina"


visto e considerato che ci sono quasi più lupi nella case che nei boschi
vedi "THE MUTARA EXPERIMENT" e lupi vari rinvenuti in abitazioni es. a Roma
nonchè anche SIMILI
(CLC, LI, .....)e via e via ...

Quote:
Originally Posted by m.greta View Post
Si tratterà davvero di lupi?
chissà ... !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

potrebbe anche essere vero quello che è successo a quella ragazza,
comincio a pentirmi della mia considerazione precipitosa ---




PS:
chi c'è a Fosciandora?
__________________
http://www.canelupocecoslovacco.net
____
- ... non sò se mi sono spiegato!
Disse il paracadute al paracadutista.

Last edited by rosa; 25-10-2007 at 10:55.
rosa jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 18:47   #12
davide.c
VIP Member
 
davide.c's Avatar
 
Join Date: Apr 2006
Location: bologna per anni,primissima provincia di bologna dal luglio 2007
Posts: 5,517
Send a message via MSN to davide.c Send a message via Yahoo to davide.c
Default

Quote:
Originally Posted by Jal View Post
Tornano le leggende metropolitane,

se qui il Lupo è tornato a riprodursi e non solo a transitare è dovuto proprio al fatto che gli ungulati sono aumentati in modo pazzesco.....
.
che sis enta ancora qualche urban legend è vero,andrea,però non è che ci son piu lupi perchè ci son piu ungulati..ci son piu lupi perchè ..le zone montane e in apate quelle rural di collina inc erte are sono disabitate!!!!
da oggi agli anni 70 cè stato un calo demografico pauroso,!

cè un paese che si kiama Castilgione dei pepoli, vicino a bologna ,dove piu di tutti nel bolognese son stai segnalati lupi(una addirittura recuperata in un pozzo artesiano priam che fosse troppo tardi)che dai 9.000 abitanti delgi anni 70 è oggi a 3000!

montagna spopolata,lupo ritorna
e ovviamente non è un problema,x noi

il problema è quando si segnalano..animali da cortile uccisi in posti come una frazione vicino SASSO marconi ,molto piu a valle,35 km da bologna...
li l'anagrafe canina funziona cani randagi non ce ne sono..la gente in emilia se vede un cane sopra i 50 cm che vaga chiama i vigili rbani..
ergo:

..c'era una foto curiosa su un giornale locale due mesi fa(carcassa di pecora..a proposito la propietaria era parecchio incazzata..)...ci son state analisi dell'istituto fauna selvatica (sul pelo ritrovato tra staccionate varie)a quanto scriveva l'articolo:conferma:lupo

ok si spera rimanga un caso isolatooi qui da noi la gente è abbastanza "VERDE "le atorità comunali non soffiano sul fuoco..da altre parti in abruzzo e nord della puglia,beh qualcuno è meno sensibile
se si rimane a pochi casi isolati,no problem

se la situazione diventa come quella dell'italia centrale,dove qualche problemino minimo di convivenza in zone isolate,cè(predazione di animali da reddito ...qualche cane piccolo"scomparso"..)..beh propinargli il maremmano potrebe essere un idea..che rimarrà sulla carta perchè poi a volte..non sono i canii piu gestibili...

volgio dire,van bene per pastori in abruzzo e molise..ma una famigliola che abiti in una zona isolata tra prato e bologna o bologna e pistoia e vuol lasciare ilc angolino a dormir fuori, beh ho sentito la forestale e ha detto:

"non è una gran idea...ovvio nessun pericolo pericolo per le persone ma il cangolino un po di compagnia non voluta girando da quelle parti potrebbe trovarla...meglio tenerli in casa,la notte"

parlo di zone remote,veramente a cavallo del crinale emilia/toscana,geograficamente,ma son realtà che esistono
__________________
"la Sokuli i Capossella la Sirka"
davide.c jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 18:57   #13
briccica2
Senior Member
 
Join Date: Oct 2005
Posts: 1,587
Default

I cani da pastore difensori hanno una storia molto antica dietro le spalle. Se non fossero stati un efficace deterrente contro i lupi, non sarebberro arrivati fino a noi! Inoltre oggi hanno di certo vita più facile che in altri tempi in cui il lupo era ben più diffuso. Secondo me il discorso è un altro. Per quanto frugali siano, i cani costano, e nessun ente rimborsa questa spesa agli allevatori, naturalmente. E poi per funzionare davvero, dovrebbero essere almeno in due, e la spesa raddoppia. Una manciata di proiettili costa molto poco in confronto....
briccica2 jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 19:53   #14
woland77
Gran figl de putt Member
 
Join Date: Jan 2006
Posts: 2,648
Default

il problema convivenza tra pastori e lupo è irrisolvibile se non a
discapito del lupo...il problema di fondo è il modo in cui la nostra
moderna società occidentale si rapporta alla Natura...in presenza
di tale pensiero è impossibile pensare di arrivare ad un'armonia..
ce lo hanno insegnato in via generale gli Indiani d'America, e nello
specifico del rapporto pastorizia-lupo ce lo insegnano i pastori
nomadi della Mongolia che da che mondo è mondosvolgono la loro attività
in convivenza con i lupi...una volta la fortuna tira per il pastore,
una volta per il lupo...la perdita del bestiame per loro è un conscio
tributo alla Natura in cui vivono e dai cui traggono sussistenza..
filosoficamente parlando per loro è una sorta di tassa che pagano
alla Natura e non maledicono nessuno e non si lamentano con nessuno
per questo...i nostri pastori sono figli di una mentalità che leggittima
lo sfruttamento delle risorse ad ogni costo...senza alcun costo..dall'altra
abbiamo una schiera di ambientalisti che pretendono che Natura diventi
un enorme zoo, in aree anche grandi, ma da loro stabilte in cui gli animali
vivono in gran misura per la gioia dell'uomo che li vuole vedere o semplicemente sapere ivi presenti...per me queste storie sono solo la conferma della sconfitta che l'uomo perpetua nei confronti di se stesso nel suo rapporto con la Natura...

cmq i pastori mongoli da sempre hanno come cani da pastore degli enormi mastini che ha quanto pare uccidono più lupi loro che i fucili dei loro padroni...
__________________
IO CE L'HO PROFUMATO
woland77 jest offline   Reply With Quote
Old 19-10-2007, 01:06   #15
davide.c
VIP Member
 
davide.c's Avatar
 
Join Date: Apr 2006
Location: bologna per anni,primissima provincia di bologna dal luglio 2007
Posts: 5,517
Send a message via MSN to davide.c Send a message via Yahoo to davide.c
Default

Quote:
Originally Posted by woland View Post

cmq i pastori mongoli da sempre hanno come cani da pastore degli enormi mastini che ha quanto pare uccidono più lupi loro che i fucili dei loro padroni...

non solo in mongolia,ma dalla turchia ,anndado a est,fino all'himalaya o quasi,a seconda delle aree, sono diffusi gli "allegri lupo-molossoidi", giganteschi ed enormi che negli ultimi 15 anni han avuto un discreto successo in italia(p caucaso,p asia centrale,in maniera minore il kangal turco e il mastino del tibet)tutti parecchio nerboruti e aggressivi sopratutto i primi due..

dico questo non per filologia,ma perchè han una storia curiosa che riguarda anche il lupo nostrano e il maremmano abruzzese(di cui son antenati)

"come?"direte voi?

beh nel 1978-79 RAYMOND Coppinger,un nome che credo non abbia bisogno di presentazioni,richiamato dalla fama di guardiano di greggi del maremmano,si fece un bel po di viaggi in abruzzo per vedere qual era il migliore cane da guardia del gregge per il programma federale USA del contenimento del coyote sopra accennato da qualcuno
altrove ,furon valutati montagna dei pirenei ,il maremmano abruzzese apunto,le razze simialri jugoslave e i cagnacci del est e dell'oriente profondo

il "montagna dei pirenei"("belle" di belle e sebastienne,insomma)
fu considerato un inefficace monumento da ring...

i cagnazzi tipo caucaso e asia centrale davvero efficaci ma molto poco gestbili e un tantino pericolosetti per il gregge a volte(qualche pecora"random" per uso privato..)e con un agressivtà intraspecifica un tantino elevata..

interessanti i cani europei ma troppo abbaiosi ,apre(una razza polacca ad esempio)ma su tutti Coppinger fu colpito dall affidabalità nel ruolo del maremmano.abruzzese

che ebbe un suo momento di gloria,quindi anche negli usa negli anni 80-90

a posteriori,coppinger,anni dopo rilascio' dichiarazioni sul procurement della razza..

"gli esemplari piu efficaci?quelli che vengono dalla pastorizia in senso stretto..gli esemplari di maremmano abruizzese da allevamenti da show che ci siamo procurati non avevano lo stesso carattere forte che ricercavamo.."

gia qui..è tutto dire...senonchè....

anni dopo potei parlare con un allevatrice che alleva sia maremmani che altre razze e il discorso finale fu

" a volte visto che era aperto il lir si è rinsanguato con cani venenti dalla pastorizia vera e propria,presi al lir..nessun problema morfologico,è una razza molto ffissata..il problema è un altro...è il carattere che viene fuori.i pastori continauno a selezionare canii che come caratteri sono molto simili al pastore del caucaso.. tuti i problemini degli anni 80 -90 vengono da li"

(leggi la fama non simpatica del maremmano come cane da famglia..)

solo negli anni 2000-2006 nella provincia di bologna ho saputo di 5 aggressioni pesanti a persone(a volte di famiglia)da parte del simpatico animalone bianco...

se possible,alcuni maschi di sta razza sfidano il padrone piu di un rott e molto di piu d un clc

nota patetica finalke:molti di voi diranno di aver visto p del caucaso molto pelosi e tranquilloni in mostra..
certo è vero..
coem mi ha detot un allevatore di essi:

"oh si ,certo ma sai forse po d LEONBERGER per calmarli un po e per renderli piu alti e pelosi si dice ce ci sia andato.."



sarà vero?bah..no comment...
__________________
"la Sokuli i Capossella la Sirka"
davide.c jest offline   Reply With Quote
Old 28-10-2007, 12:25   #16
m.greta
Senior Member
 
m.greta's Avatar
 
Join Date: Aug 2004
Location: Lucca
Posts: 1,506
Send a message via Yahoo to m.greta Send a message via Skype™ to m.greta
Default

Quote:
Originally Posted by woland View Post
il problema di fondo è il modo in cui la nostra
moderna società occidentale si rapporta alla Natura...in presenza
di tale pensiero è impossibile pensare di arrivare ad un'armonia..
ce lo hanno insegnato in via generale gli Indiani d'America, e nello
specifico del rapporto pastorizia-lupo ce lo insegnano i pastori
nomadi della Mongolia che da che mondo è mondosvolgono la loro attività
in convivenza con i lupi...una volta la fortuna tira per il pastore,
una volta per il lupo...la perdita del bestiame per loro è un conscio
tributo alla Natura in cui vivono e dai cui traggono sussistenza..
filosoficamente parlando per loro è una sorta di tassa che pagano
alla Natura e non maledicono nessuno e non si lamentano con nessuno
per questo...i nostri pastori sono figli di una mentalità che leggittima
lo sfruttamento delle risorse ad ogni costo...senza alcun costo..dall'altra
abbiamo una schiera di ambientalisti che pretendono che Natura diventi
un enorme zoo, in aree anche grandi, ma da loro stabilte in cui gli animali
vivono in gran misura per la gioia dell'uomo che li vuole vedere o semplicemente sapere ivi presenti...
Alessio, concordo pienamente!
__________________
CIAO, GRETA & BLESS
Bless - Addestramento - mio profilo
FOTO STORY
m.greta jest offline   Reply With Quote
Old 18-10-2007, 20:05   #17
wilupi!
Distinguished Member
 
wilupi!'s Avatar
 
Join Date: Mar 2004
Location: Firenze
Posts: 3,236
Default

mi scuso già da ora se dirò cose già scritte ma non ho avuto il tempo di leggere tutto ma visto che questo è proprio l'argomento della mia tesi allora sento di dire due cose:

punto uno il giornalista deve aver capito proprio male oppure il pastore non è ben informato perchè non è che c'è una legge per i risarcimenti che non paga e l'allevatore è costretto a farsi una assicurazione..la cosa stà in maniera diversa.
Prima in toscana venivano risarciti i danni sia da lupo che da cane ma troppo spesso quando questi risarcimenti erano del100% dell'animale ucciso(quindi il risarcimento era più che efficente)molti pastori disonesti radunavano i capi a fine carriera produttiva,tenevano i loro cani a stecchetto per qualhe giorno e poi li univano...poi andavano al comune a fare la denuncia per il risarcimento,questo sistema ha in poco svuotato le casse della regione costringendo a cambiare la legge.
La legge fù cambiata e fino all'anno scorso venivano risarciti solo i capi abbattuti dai lupi(non vi dico poi chi andava a fare le perizie...vebbè)e c'era un vero e proprio tariffario a seconda del capo ucciso spesso però i capi venivano risarciti solo in parte oppure meno del costo reale dell'animale(basti pensare che non c'era una tariffa per esempio per le pecore in selezione e quindi veniva risarcita solo come se fosse una pecora normale)poi però se venivano date all'allevatore 80 euro per la pecora sbaranata gliene venivano chieste 150 per lo smaltimento obbligatorio della carcassa(perchè non la puoi interrare o dare a fuoco te)quindi alla fine agli allevatori non conveniva proprio andare a denunciare una predazione!
Da gennaio la legge è cambiata di nuovo sono stati dati degli indennizzi agli allevatori per stipulare una polizza assicurativa e stiamo aspettando di sapere se questa situazione è migliore o no di quella precedente.

altro grosso problema:in toscana gli allevatori spesso vengono dalla Sardegna quindi sono del tutto impreparati a fronteggiare un predatore,le pecore per il gran caldo estivo mangiano solo la sera quindi non possono metterle in stalla e spesso gli appezzamenti sono troppo grandi per mettere le recinzioni anti-lupo,i cani servono e sono molto importanti sicuramente sono un deterrente ma il più delle volte i lupi sono più veloci e scaltri dei cani nell'afferare una pecora o un agnello e portarselo via senza che neanche se ne accorgono.

il problema è sicuramente di difficile risoluzione per questo che ancora lo scontro lupo-allevatore è molto forte,non c'è dubbio che una legge sui risarcimenti migliore e un controllo maggiore da parte delle autorità competenti(che siano competenti però')sarebbe già qualcosa in più.
gli allevatori poi dovrebbero fidarsi un pò di più dei tecnici e prima di fare qualsiasi cosa chiedere consiglio(ma non succederà mai!)come i tecnici devono essere in grado di capire le reali esigenze logistiche ed economiche degli allevatori.

Nel dopoguerra le montagne si sono spopolate e quindi in conseguenza a ciò gli ungulati(che sono gli abitanti delle foreste)sono raddoppiati le due cose sono stettamente legate,il lupo ha trovato più cibo e si è riprodotto.
Adesso dopo che ci sono stati molti focolai qui nel mugello sembra che i maggiori danni gli stia facendo nel Chianti in particolare nella zona di Cavriglia ha fatto fuori moltissime pecore.
anche oggi sono andata nella zona in cui ho fatto il tirocinio e ho trovato due fatte di lupo e pensare che è a 5km orari dal duomo di firenze
__________________
Antonella&Miki
"Andai nei boschi,perchè volevo vivere con saggezza e profondità ,succhiare il midollo della vita e non scoprire in punto di morte,che non avevo vissuto"

Last edited by wilupi!; 18-10-2007 at 20:22.
wilupi! jest offline   Reply With Quote
Old 19-10-2007, 00:38   #18
pariduzz
Senior Member
 
pariduzz's Avatar
 
Join Date: Sep 2006
Location: Monte di Procida (Na)
Posts: 1,721
Send a message via MSN to pariduzz
Default

Nel parco nazionale d'abruzzo un branco di ben otto lupi ha divorato 5 pastori abruzzesi di un mio amico,cani di razza,selezionati da diverse generazioni e pure beneficiari dei vecchi finanziamenti per il prgetto arma bianca.
In quelle zone tuttavia aldila' del super branco (o del lupo solitario, vecchio e scaltro che porta i cani a compiere enormi giri concentrici allontanandoli dalle prede e tornando quaindi a colpire l'obiettivo indisturbato)i pastori abruzzesi restano un valido deterrente contro i selvatici.

Peccato che pure li' da qualche tempo a questa parte,paradosslamente ,in odore di speculazioni e avvelenamenti strategici tutti i progetti per l'allevamento e la distribuzione dei pastroi abruzzesi sono congelati.

Tempo fà mentre facevo una ricerca storico-metereologica con un amico appassionato in biblioteca,trovai il caso di un branco di lupi che durante il tremendo inverno del 1985 si era spinto a grattare le porte delle case di uno sperduto paese irpino,gli abitanti dovettero difendersi a colpi di fucile.
Ho trovato diverse fonti su questo episodio,anche se mi pare piuttosto inverosimile.
__________________
www.lupifelix.it
pariduzz jest offline   Reply With Quote
Old 23-10-2007, 16:46   #19
LUCA
Artù & Beauty
 
LUCA's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: Lugo (RA)
Posts: 611
Send a message via MSN to LUCA
Default

Quote:
Originally Posted by wilupi! View Post
... fino all'anno scorso venivano risarciti solo i capi abbattuti dai lupi(non vi dico poi chi andava a fare le perizie...vebbè)e c'era un vero e proprio tariffario a seconda del capo ucciso spesso però i capi venivano risarciti solo in parte oppure meno del costo reale dell'animale(basti pensare che non c'era una tariffa per esempio per le pecore in selezione e quindi veniva risarcita solo come se fosse una pecora normale)poi però se venivano date all'allevatore 80 euro per la pecora sbaranata gliene venivano chieste 150 per lo smaltimento obbligatorio della carcassa(perchè non la puoi interrare o dare a fuoco te)quindi alla fine agli allevatori non conveniva proprio andare a denunciare una predazione!
Da gennaio la legge è cambiata di nuovo sono stati dati degli indennizzi agli allevatori per stipulare una polizza assicurativa e stiamo aspettando di sapere se questa situazione è migliore o no di quella precedente...
Alla luce di quanto sopra ed in considerazione dei tanti altri elementi utili emersi nella discussione, io insisto sulla linea del risarcimento rapido, sicuro, e, aggiungo ora, congruo. Se il contadino o il pastore vengono danneggiati da selvatici protetti (e tali selvatici sono considerati beni di proprietà dello Stato), lo Stato DEVE risarcire in maniera giusta e rapida tutti i danni riscontrati.
Mi sembra giusto a livello di principio e mi sembra che ciò possa essere una buona misura di tutela dei selvatici (ivi compreso il lupo).
Bisogna evitare di esasperare gente che lavora duramente e che non deve essere penalizzata da scorribande predatorie.
Non possiamo sostenere che il pastore data la natura del suo lavoro debba accettare serenamente i danni procuratigli dai lupi.
Gli spetta la sicurezza del rimborso e questa sicurezza è una condizione che gli permetterà di prendere con serenità eventuali danni.
Questo permetterebbe di prevenire parte delle assurde vendette e delle odiose stragi (vedi ad esempio l'ultima uccisione di lupi e di orsi) che ancora purtroppo si verificano.
Non capisco perchè lo Stato debba sempre essere troppo brillante e spendaccione con alcuni e micragnoso con tutti gli altri.
__________________
Luca & Artù & Beauty
LUCA jest offline   Reply With Quote
Reply

Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 05:14.


Powered by vBulletin® Version 3.8.1
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
(c) Wolfdog.org