Go Back   Wolfdog.org forum > Italiano > Photo and video stories

Photo and video stories ....

Reply
 
Thread Tools Display Modes
Old 13-06-2013, 15:57   #1521
briccica2
Senior Member
 
Join Date: Oct 2005
Posts: 1,588
Default

Io VOGLIO anche Misha a "accidenti Misha".
briccica2 jest offline   Reply With Quote
Old 13-06-2013, 20:31   #1522
Betti
Senior Member
 
Betti's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: cittiglio - va-
Posts: 1,565
Send a message via Skype™ to Betti
Default

mamma mia elena!!!!!!!!:s hock:
x fortuna quei tempi sn solo un ricordo x me...
__________________
Emi, kaimi, Bo, Kuna, Mia & C
Betti jest offline   Reply With Quote
Old 08-12-2013, 16:37   #1523
Enid Black
Senior Member
 
Enid Black's Avatar
 
Join Date: Jan 2010
Location: Arezzo
Posts: 1,143
Default

Io non so nemmeno se qui ci siano foto dei disastri di Spettro, perché alla fine non è che abbiano mai fatto niente di eccezionalmente devastante...

e alla fine manco stamani hanno fatto nulla di fisicamente devastante...
MORALMENTE, PERO', TROVARE TUTTA LA SPAZZATURA sparsa per cucina e salotto di domenica mattina quando sei sola a casa, E' UNA MAZZATA CLAMOROSA...

Un'ora a raccattare, spazzare, aspirare e cenciare TUTTO perché poi... la puzza... e controlla le fauci delle pesti bubboniche perché c'erano le lattine di tonno RIPULITE... ovviamente, manco un graffio...





__________________
Enid Black, Gianni, Spettro and Kira



Last edited by Enid Black; 08-12-2013 at 16:40.
Enid Black jest offline   Reply With Quote
Old 25-08-2014, 16:18   #1524
Ulisse74
Anonymous
 
Ulisse74's Avatar
 
Join Date: Dec 2007
Location: L'Aquila - Abruzzo
Posts: 837
Send a message via ICQ to Ulisse74 Send a message via AIM to Ulisse74 Send a message via MSN to Ulisse74 Send a message via Yahoo to Ulisse74 Send a message via Skype™ to Ulisse74
Default

Tanto per non perdere l'abitudine.
Nuovo cucciolo, nuovi disastri
Il tutto,in rigoroso silenzio, senza neanche svegliarmi.

__________________
Ulisse e il Farfallina Team
Ulisse74 jest offline   Reply With Quote
Old 04-11-2019, 11:02   #1525
valentina
e la zecca Misha
 
valentina's Avatar
 
Join Date: Feb 2006
Location: Trento
Posts: 9,333
Default 03-02-2006 / 26-10-2019: 13 anni e nove mesi di LEI

Se qualcosa va scritto, va scritto qui, perchè qui tutto è iniziato.

Non lo posso negare e non voglio nemmeno farlo, il 26 ottobre si è fermato parte del mio mondo come in quei vecchi telefilm degli anni 90 quando improbabili super eroi, con un gesto plateale della mano, bloccavano la scena rimanendo liberi di muoversi in una cornice congelata. Solo che, di solito, quella specie di magia serviva per salvare il mondo da catastrofi inaudite, mentre la mia volontaria apnea non serve a nulla. Di questo ne sono perfettamente cosciente.

Inutile dirci che ognuno ha una reazione diversa, c’è chi gestisce il dolore in modo asettico o chi, come me, lo fa arrabattandosi con quelle che crede siano delle difese da mettere in atto tipo paracadute. Anche se, forse, non servono a niente. Anzi, sono del tutto inutili.

Tutti mi hanno sempre detto che quando arriva il momento il TUO cane te lo fa capire ed io, pur comprendendo la frase nel suo significato, non avrei mai creduto che sarei riuscita d-a-v-v-e-r-o a cogliere il messaggio. Un comunissimo sabato mattina ... uno sguardo, il suo, completamente diverso dal solito.
Avevamo in serbo una nuova giornata pronte per scrivere qualche nuova avventura, ma "quello sguardo" vincolava ad un immediato controllo veterinario. Sembrava così assurdo, un'ansia immotivata, si è alzata, si è mossa, eppure quella sensazione nata dallo sguardo stanco ed assente si è rivelata per quello che era: vera, cruda, capace di lacerare in un secondo il cuore, strappando nel contempo l’anima.

Venerdì tutto era normale .... avevamo passato insieme una giornata in mezzo al verde, prima a leggere un libro sotto il sole sdraiate una accanto all’altra e poi con la nostra passeggiata. In questa cornice era del tutto inverosimile pensare che eravamo arrivati a doverci lasciare per sempre. Eppure quello sguardo perso nel vuoto, mentre sabato scendevamo a fare pipì, si traduceva esattamente in questo. il cervello lo capisce, ma non si attiva immediatamente facendo le cose più sensate, anzi crea alibi al malessere pensando ad altro. Qualsiasi altra cosa. Ed invece, gli esami, traducono la realtà in fatti concreti, puntuali, oggettivi …. un pungo in faccia che ti stordisce.

Chi mi conosce sa bene quanto io abbia investito nella mia vita in prevenzione e continuerò a crederci, eppure a pochi mesi da degli esami di inizio estate p-e-r-f-e-t-t-i (e quando parlo di esami intendo sangue, ecografia generale ed ecocardio) ed un ulteriore visita a settembre (forse per un sesto senso premonitore) qualcosa di “bastardo” me l’ha portata via attraverso un’emorragia importante. Non mi interessa e non ha senso conoscere il nome del bastardo: che sia stato un emoangiosarcoma o un aneurisma non fa differenza. Almeno per me.

E così, quella parte di razionalità che ti rimane, ti fa stringere i denti e ti permette di prendere la decisione più difficile della vita volta a salvaguardare quella topolina, con l’unico scopo di arrivare qualche ora prima rispetto a quel “bastardo” che la stava tirando lentamente giù per quel tunnel di sofferenza … sofferenza che doveva e andava evitata. Ed il tutto è successo nel modo migliore che potessi sperare vista la situazione, raccolti intorno a lei, gli affetti più cari, la sensibilità e l’amicizia di chi le ha iniettato l’arma capace di mettere in silenzio il bastardo facendola addormentare per sempre.

Quando si sceglie un cane si sa che c’è un “end”, si prende la decisione consapevolmente, ma mano a mano che riempi la vita di colore, avventure, risate, corse e viaggi quella consapevolezza la scacci il più possibile dai tuoi pensieri procrastinandola ad una data sconosciuta. Misha mi ha dato tanto e l’ho vissuta come credevo fosse giusto per noi, ovvero appieno, in modo completo, a 360° in ogni momento e in ogni dove. Una l’ombra dell’altra, ovunque.

So anche, perchè rimango comunque di base razionale (nonostante il momento pieno di emozioni contrastanti) che dobbiamo ritenerci fortunatissime: la vita ci ha permesso di fare fino all’ultimo giorno passeggiate uniche senza il minimo malessere. Questo al bastardo lo riconosco, rispetto ad una malattia “consumante” ci ha permesso di sorridere senza riserve fino a venerdì sera. E so bene che non è poco.

Ora, per chi rimane, c’è lo strazio, la disperazione, lo shock. Non esserci potute salutare nell’intimità di una coccola, ascoltando i fischi delle marmotte che ci piacevano tanto. Però le avevo promesso (e manterrò la parola data) che l’avrei portata in tutti i nostri posti a caccia di quei roditori, ad inseguire le nuvole sotto le rocce, a fare il bagno in specchi d’acqua alpini o a inebetirci una abbracciata all’altra davanti ad un tramonto sardo.

Per questo l’ho cremata ed è qui con me, quando sarò più forte ripercorrerò con il branco monco le nostre giornate più belle e libererò nell’aria parte di lei così che lei possa aspettarmi meravigliandomi dipingendo cieli di rosso, tuonando con acquazzoni improvvisi o semplicemente facendomi sorridere per un ricordo. Ora le mie foto fanno male, sono un pugno nello stomaco, ma so che diventeranno, nel tempo, la mia ancora di salvezza.

Voglio dire grazie a tutte le persone che nonostante la mia misantropia mi sono vicine pur non avendo nessuno strumento per farlo …. telefono, mail, visite … per ora sono tutte bloccate (salvo casi sporadici) perchè c’è ancora tanta emozione che non riesco a tenere a freno. Però indirettamente mi arrivano messaggi, alcuni mi hanno abbracciato così tanto forte da farmi sentire concretamente il loro stesso dolore, c’è chi ha chiamato da chilometri e chilometri di distanza o anche dalla nostra stessa città che - mi è stato riferito - parlassero tra i singhiozzi. Questa era Misha, una scontrosa befana (in effetti non mi stancherò mai di ripeterlo ha preso tutto da me) che sapeva arrivare dritta al cuore. Riempiendolo a dismisura.

------

A distanza di una settimana, la parte razionale della mia mente mi sta facendo lentamente accettare la perdita, so bene che, tra le mille cose che ci si poteva aspettare, questa è stata la cosa migliore che potesse capitarle e che le ha risparmiato sofferenza. So anche che l’età c’era tutta, ma non riesco ancora ad accettare chi cerca di consolarmi dicendo “eh però aveva 14 anni …” come se questo fosse un punto sufficiente per soffocare ogni emozione.

Nella parte più umana, quella regolata dai sentimenti, infatti, Misha manca così tanto che spesso mi sembra di non poter respirare. Di non avere proprio l’aria nei polmoni. Il momento più brutto di tutta la giornata è quando mi sveglio di soprassalto e realizzo. Si, perchè ogni volta che perdo la coscienza del tempo, mi sembra di dimenticare quanto è accaduto. Aprire gli occhi però ha l’effetto di un ceffone in pieno viso, lo stomaco contratto, il vuoto.

Rimane il ricordo, ora doloroso perché lacero, di vite che si sono intrecciate e fuse per condividere avventure progettate e vissute con la piena volontà di passare tempo insieme. TUTTO il tempo possibile, sempre, in modo pieno e sentito. Anche questa, però, non è una consolazione.

Le fotografie che ho scattato instancabilmente per tantissimi anni, di cui ricordo ogni singolo posto, sono custodite nella memoria. Ogni maledetto click.
Guardarle concretamente fa ancora troppo male, anche se so bene che più avanti, quando la tumefazione sarà più lieve, serviranno per dare alle sfumature i colori giusti oltre che delinearne nitidamente i contorni. La memoria fatta di immagini di una persona che vive di fotografia è un’arma a doppio taglio, un contenitore ad alta definizione di momenti congelati ed intrappolati nell’obiettivo.

Momenti unici ed irripetibili, vissuti, pensati e ricercati.

Da “quel” giorno, a lungo, ho cercato e voluto silenzio intorno a me. Un silenzio assordante, scandito dal susseguirsi continuo delle lancette, interrotte dallo squarcio dell’anima che ha reso sterile qualsiasi nuovo momento. Il rumore del mondo che continua, inesorabile, un sussurro costante di quotidianità che però rifiuto e da cui, ancor adesso, spesso fuggo. Rifugio alterato di dolore accettabile. Silenzio … il nulla … il rumore là fuori spacca i timpani. "Vita" mi dicono, che va avanti, che scorre, ma che non placa la necessità di piangere.

Sembra quasi che, per dovere sociale, debba riuscire a girar pagina nel più breve tempo possibile, perchè ci sono dei comportamenti accettati e altri tollerati. Il mio, credo, sia sopportato dai più solo grazie all’affetto che molti hanno per me, nonostante sia sempre stata solitaria, difficilmente addomesticabile. In questo periodo, in effetti, mi immagino spesso come un’immensa coltre di neve bianca …fredda, asettica. Nessuno troverà mai, lì in mezzo, il disegno di una strada simile al tratto di una linea nera scolpita a matita su un foglio capace di raggiungermi. Chi cerca troverà solo deboli impronte lasciate qua e là senza una meta precisa e senza direzione. Spesso e volentieri i passi si sovrappongono come ripensamenti su come reagire.

Era “solo” un cane. Era un cane. Era l’appendice del mio stesso essere. Era l’ombra e la proiezione di me stessa. Un ululato all’unisono che ora suona rauco e afono.

https://www.instagram.com/ares_misha/

Accidenti Misha, quante storie abbiamo scritto insieme .... questa e l'ultima. Io, Agostino ed Ares le rivivremo per scrivene altre in tuo onore.
__________________
Valentina & MISHA & ARES
valentina jest offline   Reply With Quote
Old 04-11-2019, 12:08   #1526
Sunnyna
Sunnywolf
 
Sunnyna's Avatar
 
Join Date: Feb 2006
Location: Autostrade per L'Italia
Posts: 4,314
Default

Buon viaggio Misha
__________________

Stefania Rey Be Crazy Safira Runningwolf e...
Sunnyna jest offline   Reply With Quote
Old 04-11-2019, 12:26   #1527
Hayla
Senior Member
 
Hayla's Avatar
 
Join Date: Mar 2008
Location: Pontedera (PI)
Posts: 1,326
Default

Vi vogliamo bene, a te, ad Ago ed al ragazzo, e vi pensiamo tanto <3
__________________
Gaia, Andrea, Nicola e Hayla
Hayla jest offline   Reply With Quote
Old 07-11-2019, 18:41   #1528
briccica2
Senior Member
 
Join Date: Oct 2005
Posts: 1,588
Default

Va bene così fate quello che vi sentite, per carità. Di sicuro non c'è un modo per passare questi giorni speciali della nostra vita... piano piano quella morsa che stringe il cuore allenta la presa ma sai Vale quanto più unico e prezioso è quello che si è perduto tanto duro è questo vuoto che riempie le giornate. Il fatto è però che questo tempo magico lo abbiamo vissuto e nulla ce lo porterà via. Abbiamo vissuto e perduto qualcosa di straordinario e irripetibile che ci rende così tanto ricchi! Passerà tempo e lo toccherete con mano, non compensa la loro perdita ma vedrai fa tanto bene. Vi stringo sul cuore
briccica2 jest offline   Reply With Quote
Old 21-11-2019, 20:05   #1529
maghettodelboschetto
Distinguished Member
 
maghettodelboschetto's Avatar
 
Join Date: Jan 2009
Location: Bergamo
Posts: 3,058
Default

Condoglianze.

Sono ormai più di due anni che ho perso Legolas ma ci penso quasi ogni giorno...
__________________
maghettodelboschetto jest offline   Reply With Quote
Old 01-12-2019, 16:29   #1530
humbert
susie&niki
 
humbert's Avatar
 
Join Date: Oct 2003
Location: Faenza
Posts: 273
Default

Era “solo” un cane. Era un cane. Era l’appendice del mio stesso essere. Era l’ombra e la proiezione di me stessa.

Una parte di noi va via con loro, definitivamente. Eppure, man mano che il tempo passa, si conficcano nell'anima sempre più in profondità.
Un abbraccio
humbert jest offline   Reply With Quote
Reply

Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 04:59.


Powered by vBulletin® Version 3.8.1
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
(c) Wolfdog.org