Go Back   Wolfdog.org forum > Italiano > Varie

Varie Tutto ciò che è connesso con il clc

Reply
 
Thread Tools Display Modes
Old 23-02-2009, 20:41   #61
dany
Neo & Bill
 
dany's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Pianura Padana
Posts: 1,904
Send a message via Skype™ to dany
Default

Qui io casco con tutto il mio peso più quello dei cani nel marasma più totale....
...socializzare non se ne parla a meno che si incontrino con femmine, tutto il resto se lo vorrebbero mangiare, vedi pittbull senza guinzaglio a causa del quale sono finita per terra ma senza mollare il mio cane a costo della morte (intanto il pittbull si era nascosto dietro le gambe del suo padrone, molto più disciplinatamente).
Se in passeggiata non ci sono situazioni di tensione a Bill riesco a far fare il seduto, se gli offro un premietto non lo vuole. Con Neo non c'è niente da fare: si ferma ma non si siede.
Se c'e' situazione di tensione, dobbiamo sfruttare il collare a strozzo, a proposito del quale io, con questi due, sono 6 cani che ho avuto e al tintinnare del collare han sempre fatto salti di gioia pregustando la passeggiata (questi due prima di farlo si devono assicurare che non li si debba caricare in auto, ma poi li fanno anche loro).
Se si incontrano persone, stanno tranquilli e, se invitati a farlo, non lesinano le feste.
Ammetto: noi, sul fuori casa, non siamo un granchè, anche perchè usciamo poco.
Attendo consigli
dany jest offline   Reply With Quote
Old 25-02-2009, 08:18   #62
arnaldo_it
Senior Member
 
arnaldo_it's Avatar
 
Join Date: Oct 2003
Location: brescia
Posts: 1,341
Send a message via MSN to arnaldo_it Send a message via Yahoo to arnaldo_it
Default

Ciao Ruggero,
piacere di leggerti!
Sono d'accordo con te sia sulle valutazioni che sulla paura di quanto potrà succedere a questa razza una volta conquistata la notorietà attraverso le pubblicità.

Dai vari interventi che leggo, emerge che nella normale gestione del cane, si parla principalmente di una miscela di metodi a seconda anche delle circostanze e non solo di cane e padrone.

GLi esempi è chiaro che potrebbero essere infiniti, ma ne metto solo un altro paio: il richiamo e l'uscita dalla proprietà.

Il richiamo è chiaramente fondamentale che venga insegnato fin da piccolo ma a volte il cane è molto testardo e l'ambiente può offrire stimoli molto gradevoli; in alcuni casi talmente gradevoli da fargli scordare il padrone.
Lo stesso e forse di più, si può dire del cane che appena trova aperto il cancello del giardino se ne va per i fatti suoi (ricordo che le esemplificazioni non sono fatte esclusivamente per i clc).

Cosa significa "addestrare"? render destro, abile, pronto. (data l'etimologia, per me che sono mancino in realtà dovrei parlare di "assinistramento" )

Dunque addestrare o assinistrare che si voglia, richiede esercizio, ripetizione. Richiede di far fronte alle situazioni in un modo già previsto.
Ciò appartiene alle normali cose della vita dal lavoro, al tempo libero ai compiti di polizia ecc.
Ecco pertanto che intervenire solo quando si verifica l'evento non solo non serve a niente ma addirittura è probabilmente controproducente perchè non si sa che pesci pigliare (e magari si è anche in condizione di tensione e stress non indifferenti)

Nel paio di esempi di cui sopra (magari aggiungiamo anche il cibo trovato in giro) e sempre tenendo a mente l'esperienza personale, che soluzioni potrebbero prospettarsi?
In questo caso non offro possibili risposte, ma mi piacerebbe leggere le considerazioni del forum.
__________________
www.vittoriaalata.it www.cinocentroabs.org

Arnaldo
arnaldo_it jest offline   Reply With Quote
Old 25-02-2009, 11:44   #63
starjumper
Senior Member
 
starjumper's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: Parma
Posts: 2,040
Default

Quote:
Originally Posted by arnaldo_it View Post
Fin qui tutto ok.
Ora la riflessione necessita di un ulteriore spunto:

una volta imparato il seduto (o il terra) variamone le condizioni. Per esempio facciamo l'esercizio con altri cani se prima era da solo oppure cambiamo il gruppo o ancora andiamo per strada anzichè in giardino o al campo di addestramento.
E' molto probabile che un cane normale, non malato e apatico, reagisca alla nuova circostanza cercando di socializzare, a volte di aggredire, talvolta se di fronte a circostanze che ritiene pericolose, cerca di scappare. (nota bene, questo anche se non è seduto o a terra ma se sta semplicemente al guinzaglio).

In questo panorama che si fa? cito alcuni esempi

1) faccio fare il seduto al cane ma siccome non risponde come mi aspettavo, applico uno dei casi precedentemente descritti per farlo sedere

2) lo lascio fare, mi farà una spalla così, ma sono più forte e prima o poi si stancherà e la capirà che la deve smettere

3) lo strapazzo per bene perchè io sono più forte e la deve piantare

4) lo lascio fare perchè in fondo è la sua natura, e poi se il mio cane è incazzoso sono pure contento

5) cerco di attirare l'attezione su di me col bocconcino/giochino

6) interrompo la situazione e poi lo rimetto in obbedienza col seduto

7) varie altre (non è ammesso sparargli però )

come nel caso precedente non si tratta di fornire una risposta esatta, ma di pensare alla circostanza che tutti vivono e a come ci si comporta per risolverla.
Ho presentato una situazione reale che non è più quella dell'insegnamento dell'esercizio in sè per poter procedere nel ragionamento.

Mi interesserebbe molto leggere qualche risposta a questo, perchè ovviamente il mio mostrino, come da manuale (dato che era "Pigolino", il castigatore, quello che a 2 settimane prendeva a schiaffi i suoi fratelli), con i 18 mesi ha deciso che deve andare a sottomettere tutti i maschi di età vicino alla sua.

La cosa "buona" è che le volte in cui è riuscito a partire ed arrivare all'altro cane, ha sottomesso facendo scene apocalittiche ma senza lasciare nemmeno un graffio al malcapitato, fa solo taaaantissimo rumore...

La cosa brutta è che, come ovvio, finchè siamo al guinzaglio se utilizzo l'opzione 6 (posto che l'altro non sia un clc) la cosa si risolve e il mostro mi segue ad orecchie basse.
Se non è al guinzaglio ma c'è tra loro una rete, anche se l'altro cane è impassibile... una iena, diventa sordo ed imprendibile.
Se non c'è la rete... ovvio, parte.


Le ultime 2 volte ho ottenuto qualche risultato afferrandolo mentre è fermo a ringhiare alla rete e mettendolo in un recintino da solo per qualche minuto:
quando esce ci pensa un po', prima di ricominciare.
Certo, avendo 18 mesi semplicemente tra un po' non si farà più prendere, immagino...


Ah, tutto questo avviene al campo nella zona "relax";
mentre lavora, anche in gruppo con altri, riesce a trattenersi (se io prevengo la reazione, anche solo guardandolo).
Per il resto, nessunissimo problema, anche se me li aspetto , fino a due settimane fa lo potevo fermare anche con un gatto ad 1 mt di distanza, ora non so (dovrei riprovare, col gatto ).


Gli altri, dato che buona parte dei maschietti fa così, come si comportano?
Perchè ai raduni ho visto di tutto...
__________________
Micaela & Frou Frou Thai
Meglio parlare poco e bene, che molto e per niente.

Last edited by starjumper; 25-02-2009 at 20:08.
starjumper jest offline   Reply With Quote
Old 27-02-2009, 13:11   #64
arnaldo_it
Senior Member
 
arnaldo_it's Avatar
 
Join Date: Oct 2003
Location: brescia
Posts: 1,341
Send a message via MSN to arnaldo_it Send a message via Yahoo to arnaldo_it
Default

ritorno a scrivere qui, perchè probabilmente l'argomento per come è impostato potrebbe anche contenere risposte, parziali o meno, a quesiti posti altrove.

La storia la fanno i vincitori, non i vinti.
Una certa corrente di pensiero ha vinto in un certo modo (in italia)
quella corrente di pensiero fa la storia.

Magari non tutti sono d'accordo col sillogismo, ma non si puà nemmeno dare tutti i torti credo

In america sono generalmente più avanti nell'addestramento e studi sul comportamento rispetto a molti altri paesi tra cui l'italia. Credo sia innegabile questo. Eppure là esistono diversi brevetti da istruttore per cui non esiste un corso di poche settimane per diventare educatore tuttologo cinofilo.

Esistono figure professionali che possono utilizzare diversi metodi per risolvere il problema.

Domando: perchè il giornale sul sedere non è inteso come coercitivo/negativo/punitivo e la sberla sul muso si?
I cani non hanno giornali e se devono punire/inibire agiscono a livello testa/collo (lo si può vedere anche nel gioco)

quale differenza c'è tra gioco e lotta? vediamo foto e filmati in cui è pressochè impossibile riscontrarla.
L'aziosne di forza (che magari in alcuni casi si può definire violenta) è normale.
Il cane viene schienato (guarda caso come nella lotta agonistica umana)
Insomma molte e molte sono le situazioni in cui di gentile non c'è niente e di naturale c'è molto. Vocalizzi, posture, morsi (anche se non efficaci volutamente) ecc
I lupi hanno inventato di tutto tranne che.. il clicker (che pure è molto utile in tante circorstanze)

A proposito di lupi, tanto di cappello agli studiosi che ci vanno a vivere insieme, questo perà ha poco a che vedere col cane, animale integrato nella sociatà umana in cui la relazione quotidiana è molto diversa nel bene e nel male.

In questo thread è emerso che man mano che pongo quesiti che si discostano dal semplice "seduto" in cui tutti possono dire che strattonare brutalmente un cane per farlo sedere è assurdo, ecco che giustamente ci sono dei dubbi o degli atteggiamenti diversi.

Ed è assolutamente normale. Qui non si sta parlando di sevizie o torture ma di semplice interazione quotidiana col cane.
alcuni soggetti (pochi davvero) sono così docili che basta un niente per farci seguire.
Con questo soggetti si fa in fretta a fare bella figura e lasciare a bocca aperta la platea (ovviamente denigrando i colleghi incapaci)

Sono quelli che ho definito i cani dei pensionati svedesi

Ma non sempre è così...

Mancano un po' di risposte in questo thread, ma non è importante questo, l'importante a parer mio è stimolare la riflessione.

Mi è capitato più di una volta di parlare con educatori/addestratori che non solo parlano ma scrivono anche di metodi gentili, che poi ammettono che lo strangolo usato bene non è un problema. Oppure ammettono che il loro cane tanto bravo e tanto buono, è bene tenerlo lontano quando mangia. O ancora che certe cose non le puoi dire alle persone...

E già sarebbe tirarsi ancora una volta la zappa sui piedi...

Alcuni cani, sia per indole che per abitudine cattiva, fanno cose che non vanno bene.
Per esempio scappar fuori dai cancelli.

In diversi casi abbiamo risolto con l'abitudine e l'addestramento.
Il cane giovane o cucciolo, non deve passare mai e dico mai dal passaggio carrario, ma solo da quello pedonale e al guinzaglio. Da quello carraio solo in auto.

Questo già insegna al cane una strada preferibile.
Insegnamo poi il seduto per bene, quindi lo addestriamo a sedersi in un certo punto prescelto e sempre quello, ogni volta che si sente il clack del cancello e si accende il lampeggiante. Da prima il cane è già nel posto prescelto, in seguito lo si avvicina gradualmente.

E' provato che il cane lo ricorda anche a distanza di tempo.

In alcuni casi, dei miei clienti hanno fatto di più: una ciotola con coperchio che si apre a scatto con comando elettrico. Nel momento in cui il cancello si apre, si apre anche la scatolina e il cane va a mangiare qualcosa di prelibato.

Questa è una serie di esmpi positivi. Abitudine, addestramento. Tutti concordi credo.

Ma il cane non ama i bocconcini, è estremamente curioso, il cancello non è elettrico oppure è guasto o ancora è già aperto quando il cane esce dal recinto o da casa e il padrone non se ne accorge ecc. ecc...

Quando tutte le possibili opzioni che abbiamo esplorato sono superate e il cane si trova col cancello aperto, cosa fa? o cosa potrebbe fare?

Ora mi piacerebbe leggere qualche considerazione sulla questione che non è di poco conto, visto che tanti cani finiscono sotto le macchine.

Sperando ovviamente che le polemiche continuino altrove e non qui
__________________
www.vittoriaalata.it www.cinocentroabs.org

Arnaldo

Last edited by arnaldo_it; 27-02-2009 at 13:18.
arnaldo_it jest offline   Reply With Quote
Old 28-02-2009, 10:31   #65
Apocalipse
Junior Member
 
Join Date: Nov 2006
Posts: 65
Default

beh allora dico la mia visto che Argo mi ha fatto diventare matta con le fughe!!!ahahaha
Allora purtroppo non conoscevo le tecniche che hai descritto Arnaldo altrimenti con la femmina le avrei adottate...poi non sò se avrebbero funzionato nel caso di lepre che passeggia (qui è pieno abitando in campagna) ma sicuramente avrebbero ridotto il problema!!
Diciamo che la femminuccia esce (probabilmente xchè è proprio cacciatrice!!) se la via è facile facile.....il maschio no penso potrebbero dargli il brevetto di scalatore e saltatore ahahahha
Devo dire che all'inizio (appena arrivato) scappava spesso e io correvo come una matta!!Ora scappa o cerca solo quando ha una grande paura....e ho capito da tempo essere 2 le sue grandi paure: la prima gli spari di fucile (qui cacciano anche troppo vicino alle case certe volte ...qualche volte se non mi impallinano li impallino io sti cretini...scusate la parentesi) ma la seconda è molto + forte è davvero pazzesco si vede il terrore nei suoi occhi la cossiddetta grande paura...ha paura delle gru edili!!!Non ho mai capito il perchè, non essendo cresciuto con noi. Devo dire che all'inizio aveva paura (non terrore) di tutto ciò che pendeva dall'alto tipo insegne dei locali, la tenda elettrica che si allunga che di solito usano nei bar....poi piano piano gli è passato forse a furia di portarlo in giro. Alle gru ha sempre abbaiato quando eravamo in giro e non riuscivo a capire il perchè ne avesse paura. Oltretutto sfiga vuole che il mio padrone di casa faccia il costruttore edile e dietro casa (dove c'è il giardino col serraglio) ha il deposito ..un giorno montò la gru ero in casa non ti dico Argo un matto!!!Saltava come una pazzo doveva uscire dal serraglio aveva il fiatone il cuore a mille era terrorizzato!!!Avevo paura che aprendo il serraglio scappasse saltando la recinzione del cancello di casa xchè era scatenato!!!Così sono entrata l'ho guinzagliato e l'ho portato a farsi un giretto lontano dalla gru si è calmato. Ora se le gru sono ferme (probabilmente si sarà abituato ne ha una fissa davanti al suo naso!"!!) non ha paura ma come il mio padrone la usa terrore totale e incontrollabile!!!Non sono riuscita a capire se ha paura del movimento della gru o del rumore elettrico che produce quando viene usata....cmq ogni volta lo devo portare via xchè ho paura che si faccia male nel tentativo di scappare. In quei momenti fa numeri assurdi!!!I miei vicini l'hanno visto sono rimasti di sasso: si attacca (non scherzo) con tutte le 4 zampe come una ragno (così mi è stato descritto) alla porta del serraglio, si arrampica sull'impossibile, + di una volta la mia vicina l'ha visto arrampicarsi arrivare in alto dove la rete piega in dentro puntellarsi e con una zampa piegare la rete e buttarsi dall'altra parte!!!!Oltre che è riuscito pure ad andare sul tetto del garage...ha fatto di tutto!!E' pazzesco è un free clamber una forza della natura!!Oltretutto ci studia lo vedi che osserva il serraglio x cercare una falla è micidiale!!!
Per fortuna non è mai successo nulla...anche xchè la statale è vicina...devo dire che i miei vicini mi hanno sempre avvisato tempestivamente e io o mio marito siamo corsi. Devo dire che in quei momenti se lo chiami arriva subito davanti al cancello tutto contento di vederti!!Scusate il papiro ma la questione gru non sono ancora riuscita a risolverla....qualcuno ha suggerimenti???
Apocalipse jest offline   Reply With Quote
Old 28-02-2009, 14:18   #66
Giovanni Todaro
Junior Member
 
Join Date: Nov 2007
Posts: 105
Default

X Chiararag

Forse la gru del tuo vicino - o qualche altra gru a fianco della quale il tuo cane è passato - durante il funzionamento emette un suono che infastidisce il tuo cane e che tu (in quanto umana) non senti. Magari ora per il tuo cane ogni gru è "potenzialmente" in grado di emettere quel suono e si spaventa preventivamente. Prova a chiedere al tuo vicino di poter portare il tuo cane vicino alla gru, fagliela vedere bene. Oppure fallo con qualche altra gru. Insomma, deve capire e constatare che non è pericolosa. Non ho controllato se il tuo cane è un maschio o una femmina, se fosse un maschio - e se anche tu lo fossi - si potrebbe usare questo trucco: se te lo permettono o se ci si riesci, l'uomo (hai un marito, padre, amico, ecc. con cui il cane si trova bene?) dovrebbe toccare, appoggiarsi, insomma mostrare al cane - casualmente però, senza dare peso al fatto - che quella cosa non è affatto pericolosa. E dopo orinare contro la gru, se il tuo cane è un maschio farà lo stesso (anche se non è il suo territorio la farà lo stesso in base al vecchio detto "chi non la fa in compagnia o è un ladro o una spia", la conoscono anche i cani) se non subito, le volte dopo. A quel punto, marcandolo, riconoscerà come non pericolosa la gru. Prova.
Giovanni Todaro jest offline   Reply With Quote
Reply

Thread Tools
Display Modes

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Forum Jump


All times are GMT +2. The time now is 03:51.


Powered by vBulletin® Version 3.8.1
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
(c) Wolfdog.org